Sant’Angelo dei Lombardi

SANT’ANGELO DEI LOMBARDI – PASQUA 2017

TRADIZIONI POPOLARI, RELIGIOSE, EVENTI ED INIZIATIVE VARIE

A SANT’ANGELO DEI LOMBARDI

 

I riti e le tradizioni, religiose e popolari, della Santa Pasqua,  nella cittadina e nella Comunità di Sant’Angelo dei Lombardi, hanno subito un radicale, forte e determinante condizionamento dai tragici avvenimenti del sisma del 23/11/80.

Infatti, come è ben noto, Sant’Angelo dei Lombardi, con il terremoto del novembre 1980, acquisì il triste primato di annoverare il maggior numero di morti; nella complessa tragedia registrò il dato più drammatico di aver avuto tra le vittime,  un numero altissimo di bambini e giovani, insomma, intere scolaresche scomparse, fasce generazionali ridotte a lumicino. Scomparvero inoltre figure istituzionali e punti di riferimento come il dinamico, popolare ed amato Parroco Don Bruno Mariani e il suo vice Don Michele Di Milia, il giovane e brillante Sindaco Guglielmo Castellano, il capitano dei Carabinieri Antonio Pecora,  ecc. ecc.

Tutto questo ha inciso per lunghi anni nella vita sociale, relazionale, umana ed organizzativa della Comunità santangiolese.

Anche i riti religiosi e tradizionali Pasquali: la processione del “Miserere” del venerdì santo, la “Processione dei Misteri”del sabato santo, subirono mutamenti, metamorfosi profondi, si tinsero dei colori e dei toni della sofferenza e della rievocazione della recente tragedia del sisma, in sostanza, persero la vivacità e l’entusiasmo dei giovani, divennero, per certi versi, mesti pellegrinaggi tra i ruderi materiali e quelli della memoria alla ricerca di volti e di ricordi,  per una rivisitazione della Passione, tra fede, attualità e memoria.

I riti religiosi e tradizionali del venerdì e del sabato Santo, le due processioni  vennero condensate in una sola, questa divenne, senza colori, scarna, con “teatralizzazioni” essenziali, sofferente, dolorosa.

Ogni persona, mamme, padri o figli, nell’ormai unica processione, con il Cristo morente portato a spalla e la Madonna dell’Addolorata sorretta esclusivamente da donne, aveva da piangere anche un proprio caro!

Così, ancora oggi, a distanza di oltre trentacinque anni, i riti della Settimana Santa restano condizionati dalle scelte del dopo sisma e dalla voglia di essenzialità del clero locale.

9 APRILE – DOMENICA DELLE PALME

Alle ore 10:30 raccolta dei fedeli e della Comunità Santangiolese in Piazza San Rocco, da dove, dopo la Benedizione delle palme con l’Arcivescovo, i Sacerdoti, chierichetti, con rami di palme festanti, si ripete il  rito processionale delle palme, “dell’ingresso in Gerusalemme” verso la Cattedrale; ove verrà poi celebrata la Santa Messa, in forma solenne.

10 APRILE – LUNEDI’SANTO

MERCATO DI PASQUA

Inizio alle ore 8:30 fino alle ore 13:30 in Piazza De Sanctis c’è il Mercato di Pasqua. Oltre ai prodotti commerciali settore abbigliamento, calzature, ferramenta e casalinghi vengono proposti prodotti dell’enogastronomia altirpina, in modo particolare caseari (formaggi, provoloni, cacio ricotta…), prodotti da forno e prodotti ortofrutticoli a Km0.

12 APRILE – MERCOLEDI’ SANTO

Nella prestigiosa Cattedrale di Sant’Angelo dei Lombardi, alle ore 18:00 in un clima di grandi suggestioni, con la presenza di tutto il clero diocesano, l’Arcivescovo di Sant’Angelo dei Lombardi, Mons. Pasquale Cascio, presiede il rito del S. Messa Crismale, “il rito della benedizione degli oli”

13 APRILE – GIOVEDI’ SANTO

Nella  Cattedrale di Sant’Angelo dei Lombardi, alle ore 18:00 c’è il rito della “Messa in Coena Domini” con il particolare  rito della “Lavanda dei piedi”. Nella Cripta della Cattedrale di Sant’Angelo dei Lombardi, alle ore 22:30 viene allestito ed aperto ai fedeli fino a notte fonda “il sepolcro”,con germogli di grano e fiori per l’Adorazione Eucaristica Comunitaria.

14 APRILE – VENERDI’ SANTO

Ore 7:30 Cattedrale di Sant’Angelo dei Lombardi preghiera comunitaria con l’Ufficio delle Letture e delle Lodi

I riti religiosi in Cattedrale, alle ore 18:00, della celebrazione della Passione del Signore, poi  ormai già sera, dopo le ore 19:00,  con il suggestivo buio, c’è la sofferta processione del Miserere, con una croce in legno, scarna, senza il Cristo crocifisso; alcuni uomini  trasportano uno splendido ed antico “Gesù Morto” di dimensioni naturali, mentre delle donne, vestite di nero, portano la Madonna Addolorata. Entrambi i simulacri, insieme alla rappresentazione dell’”Ecce Omo”, furono, a cura dei giovani della Radio “il dialogo”, oggi impegnati nella pro loco, recuperati, tratti in salvo, oltre che dalla furia del sisma,  anche dalle facili demolizioni dei mezzi di soccorso, del dopo terremoto.

I cittadini ed i fedeli, di Sant’Angelo, seguono la processione tra le strade cittadine effettuando la  via crucis, con letture e riflessioni per ogni stazione, con preghiere e meditazioni, accompagnate da canti, come: “Parce domine”… e “Miserere” … ed ancora “Piange l’afflitta Madre” …il figlio mio dov’è?.

Ormai,  a tarda sera,  la processione con Gesù morto, la Madonna Addolorata, rientra in Cattedrale.

In questa giornata  in tanti, continuando antica tradizione,osservano il digiuno stretto, comunque non si “cammerava” cioè non si mangiava carne!

15 APRILE – SABATO SANTO

Ore 7:30 Cattedrale di Sant’Angelo dei Lombardi preghiera comunitaria con l’Ufficio delle Letture e delle Lodi.

Alle ore 22:00 nella Cattedrale c’è la S. Messa Solenne della notte di Pasqua; nel corso della  quale,  oltre alle letture delle sacre scritture, con un suggestivo spettacolare scenario, nel buio profondo, con le luci spente della Cattedrale c’è l’accensione del fuoco all’esterno e così poi, dopo tre invocazioni, c’è il ritorno della Luce. Segue poi in chiesa la S. Messa con la benedizione dell’Acqua Santa; il rito negli ultimi anni viene accompagnato sempre dal battesimo di alcuni neonati locali.

All’inizio del rito religioso, al “Gloria” vengono “sciolte” le campane, cioè liberate, come si diceva una volta “sparata la gloria”; queste suonano  a distesa per lungo tempo. Al Termine della S.Messa, ci sono abbracci e baci di auguri. Una volta,  questo gesto,  oltre che di felicitazioni, era anche un’opportunità di riappacificazione tra persone, famiglie e vicini, insomma tra quanti avevano avuto un’incomprensione. Anche nel rito, tornava la Santa Pasqua della Pace!

16 APRILE – DOMENICA DI PASQUA

Ore 11:00 Cattedrale di Sant’Angelo dei Lombardi c’è l’affollatissima Messa di Pasqua.

Continua l’antica tradizione della benedizione delle uova.

Sono ancora tantissime le famiglie che la mattina di Pasqua, preparano un bel vassoio, con le uova bollite, sode, sgusciate, di un candido colore bianco,  accompagnate a volte da un pregiato salume “soppressata”, con una tovaglia elegante spesso lavorata a mano. Le famiglie o qualche giovane membro di esse vanno in chiesa per la benedizione del vassoio con le uova,  che poi verranno  utilizzate  all’inizio del pranzo pasquale,accompagnate da preghiere o quantomeno dal segno della croce.

Tra le pietanze varie del giorno di Pasqua, i primi piatti sono impegnativi e sostanziosi, spesso di pasta fresca fatta in casa, oppure lasagne o pasta al forno, tra i secondi c’è la prevalenza di agnello, non manca nelle famiglie tradizionali  anche un poco di minestra maritata, insieme alle citate uova soda benedette, con salumi ecc. ecc. Alla fine poi ci sono taralli, biscotti, pizze piene, pastiere ecc. ecc.

17 APRILE – LUNEDI’ IN ALBIS

Mercato di Pasquetta.

Nella piazza Principale di Sant’Angelo dei Lombari, pur se in versione ridotta, c’è il tradizionale mercatino di Pasquetta con vendita di prodotti ortofrutticoli, enogastronomici, abbigliamento e casalinghi.

 

VISITE GUIDATE

In questa giornata e durante tutto il periodo delle festività pasquali, in cui è forte e consistente il movimento di turisti, di curiosi e di vacanzieri, dove  il turismo di ritorno dei nostri emigranti è abbastanza consistente, la Pro Loco “Alta Irpinia – Sant’Angelo dei Lombardi” assicura assistenza, info – point e visite guidate presso i siti storici più qualificati: Abbazia del Goleto, Centro Storico, Cattedrale con la Cripta, Castello ecc. ecc.

La Pro Loco, nella speranza di una ripresa di antiche tradizioni,  che sono anche il fondamento principale di una comunità, quando forme, riti ed usanze  diventano sostanza, valori di riferimento, di identità e senso di appartenenza, è impegnata oltre che nella conservazione della memoria, anche nell’assicurare riferimento ed assistenza a turisti, vacanzieri, curiosi.

Infatti in collaborazione  con i soci ed i volontari del Servizio Civile, succedutisi nel tempo, presso la sede della Pro Loco, ancora di più nel periodo pasquale, è attiva una postazione info – point, con collegamento telefonico ed internet h24, social network e pagine web, inoltre assicura visite guidate nel Centro Storico, con il suo famoso impianto urbanistico di cittadella medievale, presso la Cattedrale con la Cripta, al Castello, o nei siti ambientali e paesaggistici.

Inoltre, presso l’Abbazia del Goleto, ormai da ultradecennale impegno, è presente un info – point  per visite guidate,  informazioni ed assistenza.

Inoltre, al di là degli ambiti strettamente comunali, la pro loco fornisce informazioni su tutto il territorio dei comuni dell’Alta Irpinia, sui siti più importanti, fornisce informazioni per luoghi di ristoro e di produzione enogastronomica, oltre che di laboratori e di produzione artigianale.

 

 

 

ACCOGLIENZA – OSPITALITÁ A SANT’ANGELO DEI LOMBARDI

 

BAR :

BAR PASTICCERIA BAR MODERNO : Via Bartolomei, Telefono 0827/24171 Chiuso il martedì

BAR PASTICCERIA DE-JAVU’ : Piazza De Sanctis, Telefono 3403049945 Chiuso il mercoledì

BAR LA PIAZZETTA : Piazza De Sanctis, Telefono 0827/23089 Chiuso il venerdì

BAR DRIVE IN : Via Bartolomei, Telefono 0827/23818

BAR ROUTE66 : Via IV Novembre, Telefono 0827/23523

BAR TATTIRA : Piazza Pelullo, Telefono 0827/23661

BAR PLAY TIME : Via Petrile, Telefono 0827/ 23079 ?

CAFFETTERIA DEL VICOLO : Via Achille Argentino, Telefono 0827/215127

WINE BAR ALLE SORGENTI DELL’OFANTO : Contrada S.Guglielmo, Telefono 0827/215120

BAR DE SANCTIS : Piazza De Sanctis, Telefono 0827/24030 di Petito Gerardo

BAR PUB THE SHIRE : Piazza De Sanctis, Telefono 3929946269

 

HOTEL – B&B – AFFITTACAMERE

HOTEL GOLETO : Contrada S.Guglielmo, Telefono 0827/215215

B&B TERRY’S HOUSE : Via Petrile, Telefono 0827/23884

AFFITTACAMERE VILLA MAZZEI : Via Belvedere, Dietro le Mura. Telefono 0827/24668

B&B IL VICOLO : Via Carlo Poero,14 Telefono 0827/23656 0827/23947 3397220264

B&B CASA ALBERICO : Via S.Marco, Telefono 0827/23642 3497856917

 

RISTORANTI – PIZZERIE :

HOTEL RISTORANTE IL GOLETO : Contrada S.Guglielmo, Telefono 0827/215215

RISTORANTE O’ METETORE : Via S.Pietro, Telefono 0827/23829

RISTORANTE IL PORCELLINO : Via Campoluongo, Telefono 0827/23694

RISTORANTE LA LOCANDA DI ENZA : VIA A.Diaz ,13. Telefono 0827/23888

RISTORANTE F.LLI TRESCA : Via Ginestreto, Telefono 0827/24170 3407548356

 

ROSTICCERIE :

ROSTICCERIA LO SFIZIO : Via Sepe, di Gerardo Verderosa. Telefono 3493135218 3403636859

STUZZICHERIA PIZZA DOC : Piazza Amedeo Nobile, Telefono

 

FORNO :

LA BOTTEGA DELLE DELIZIE : Piazza San Rocco, Telefono 0827/24701

 

MACELLERIA :

MACELLERIA DA GENNARINO : Piazza San Rocco, Telefono 0827/24587

MACELLERIA FORTE : c/o Supermercato Sigma, Via Petrile, Telefono 0827/215224

 

CASEIFICI :

CASEIFICIO LA BOUTIQUE DELLE BONTA’: Punto vendita Piazza Pelullo, Telefono 0827/23070. Produzione Via S.Antuono, Telefono 0827/24607

CASEIFICIO FISCHETTI : Località Selvatico, Telefono 0827/23288 3471328093

CASEIFICIO CARMASCIANO DI D’APOLITO LETIZIA : Località Montanaldo, Telefono 0827/45331 340477932

 

PRODOTTI ORTOFRUTTICOLI

FATTORIA COLLI IRPINI di Gianni Zuccardi – Orto, Terra e Cibo a Km0 – C.da S. Vito – Sant’Angelo dei Lombardi – Consegna a domicilio, è presente in sagre, rassegne e mercati – Tel. 3204847264

 

LABORATORIO ARTIGIANALE DI ARTE PRESEPIALE

DINO CHIUSANO – Via A. Sepe – Sant’Angelo dei Lombardi – Tel. 3382573935

 

 

P.S. A richiesta e per ogni necessità si forniscono indirizzi, recapiti e contatti con le pro loco della zona, di punti ristoro, di accoglienza e aziende di produzione enogastronomiche locali e di aziende/laboratori artigiani.

dicembre: 2017
L M M G V S D
« mag    
 123
45678910
11121314151617
18192021222324
25262728293031

Slideshow