Carri dei Covoni e “I Mezzetti” – Frigento

I Carri Covoni

Una volta mietuto il grano, si usava metterne da parte una quota simbolica per offrirlo in dono a San Rocco, protettore di Frigento, quale ringraziamento per il buon raccolto ottenuto. Il grano da offrire al Santo veniva intrecciato e posizionato in modo da ornare alcuni carretti di legno trainato da buoi. Da questa tradizione è nata la tirata dei carri dei covoni. Da qualche anno si è ripresa questa pratica. Nel pomeriggio del 15 agosto dal Santuario della Madonna del Buon Consiglio i carri addobbati col grano trainati da buoi partono alla volta del centro storico. Alla fine del percorso vengono sistemati davanti alla Chiesa del Purgatorio, dove stazionano per essere ammirati dai fedeli e dai visitatori.

I Mezzetti

La festività religiosa più sentita è la memoria di San Rocco. I rituali seguiti sono ancora quelli di un tempo. La sera della vigilia della ricorrenza ai balconi ed alle finestre si vedono ondeggiare i cosiddetti “lampai”, che sono dei manufatti a forma di stelle o di spartane imbarcazioni o di tamburi realizzati con strisce di canna completamente ricoperte da carta velina variopinta. Il simulacro del Santo viene portato in processione lungo le strade del paese. Alcune devote portano sul capo i tradizionali “mezzetti”, grandi recipienti in legno contenenti all’incirca 30 kg. di grano (simbolo di abbondanza). I “mezzetti” sono ornati artisticamente con grano intrecciato, nastri colorati o fiori finti.

FONTE http://www.comune.frigento.av.it/Citta/Tradizioni.asp

dicembre: 2018
L M M G V S D
« mag    
 12
3456789
10111213141516
17181920212223
24252627282930
31  

Slideshow